Rifinizione cuoio rigenerato
  • stampa pagina
  • segnala

Rifinizione cuoio rigenerato

Macchine ed impianti per la rifinizione del cuoio rigenerato

L'impianto consente la rifinizione superficiale diretta del cuoio rigenerato, in bobina od in lastre, attraverso la formazione di vari strati di colore.

La prima fase di questa lavorazione permette di creare uno strato omogeneo, che penetri anche nelle disuniformità e disuguaglianze superficiali tipiche di questo prodotto. L'operazione viene denominata "stuccatura".

Le fasi successive, attraverso macchine tamponatrici a rullo, hanno lo scopo di creare un film di prodotto colorante che dà al cuoio l'aspetto estetico per il quale è destinato.

Dopo ogni fase di colorazione vi è una successiva operazione di asciugaggio e raffreddamento.

Nella zona finale può essere prevista una pressa o una calandra per creare effetti di lisciatura o goffratura e quindi aspetti diversificati.

La lavorazione del cuoio rigenerato può avvenire direttamente da bobina (in questo caso sono previsti, nella zona di ingresso e finale, dei dispositivi di svolgimento e avvolgimento) oppure in lastra (in questo caso l'alimentazione avviene manualmente su nastri trasportatori).